Rosso 2018

IGT TOSCANA – ROSSO 2018

VIGNETI
Gestiamo 7 ettari di vigneti, la vigna più giovane è di 12 anni mentre la più vecchia si aggira intorno ai 50 anni di età. Ogni vigna è trattata come un’unità separata, nell’ottica di riuscire a esprimere il carattere peculiare di ogni singola zona.

I suoli dei diversi vigneti che compongono questo prezioso mosaico sono tutti riferibili al Villafranchiano, un periodo a cavallo tra Pleistocene e Pliocene (tra gli 1 e i 2 milioni di anni fa), un periodo nel quale, lentamente, mammut e tigri dai denti a sciabola lasciavano il posto a cavalli, buoi e lupi.
Sono suoli composti da argilliti fluvio-lacustri tendenzialmente sub-acide, come nel Rodano.

I vigneti (passati a noi da contadini che li stavano abbandonando per raggiunti limiti di età) variano in superficie dai 1000 metri ai 2 ettari, per un totale di 7 ettari. Altitudine tra i 150 e i 250 mt slm, esposizione tra Sud-est e Ovest, tra le 3000 e le 6000 piante per ettaro.

M A L G I A C C A PRATICA CON COSCIENZA L’AGRICOLTURA BIODINAMICA DAL 2005

INFORMAZIONI ANNATA 2018

Un aprile caldo ha favorito una rapida evoluzione dei germogli primaverili e si è poi passati a un maggio e a un giugno molto umidi che hanno colpito la fioritura riducendo la resa. Mentre sul resto d’Italia ha continuato a piovere un po’ dappertutto, da luglio in poi abbiamo avuto un clima incredibilmente caldo e secco. Una grande tempesta ha circumnavigato Lucca per riversare forti piogge in regioni tradizionalmente secche come Pisa e il Chianti, mentre le nostre viti hanno sofferto la sete per cui la resa è stata ridotta anche nel peso. La raccolta (manuale, in piccole cassette) è iniziata con alcune varietà precoci all’inizio di settembre e si è conclusa prima della fine del mese con uve sane e saporite. Ottimi vini ricchi di frutta, sapori maturi e bocca vivace.

UVE
Circa il 50% è Sangiovese accompagnato dai toscani Canaiolo, Ciliegiolo, Malvasia Nera e da diversi altri vitigni provenienti da altre regioni Italiane e dall’estero: Barbera, Montepulciano, ma anche Chasselas, Merlot e Syrah.
Sono state prodotte 4.800 bt. di MALGIACCA Rosso 2018.

VINIFICAZIONE
Uva diraspata a mano su di un setaccio, pigiata con i piedi e lasciata fermentare in maniera naturale in piccoli mastelli senza controllo della temperatura. Malolattica fatta.

AFFINAMENTO
Maturazione di 12 mesi in piccole botti di rovere delle quali una minima percentuale nuove (meno del 10%).

IMBOTTIGLIAMENTO
Senza filtrazione a primavera 2020

NOTE DI DEGUSTAZIONE
Frutto croccante e bocca succosa, il vino è articolato, teso e di buona profondità. La beva è fluida e distesa, grazie anche a tannini morbidi e ottimamente integrati.

Regione – Toscana, Lucca, Italia
Chiusura – Sughero naturale
Classificazione – IGT Toscana
Alcol (ABV) – 13%
Acidità – 5,4
Solforosa – 50 mg/lt
Zucchero residuo – nessuno